Mons. Salvatore Sorrentino

Nato il 9 giugno 1917, fu ordinato sacerdote il 3 febbraio 1940. Addottoratasi in S. Teologia e in Filosofia, fu subito incaricato dell’insegnamento della Filosofia Scolastica e della Teologia Sacramentaria presso la Facoltà Teologica del Seminario Maggiore di Napoli, dove pure ha insegnato Teologia Ascetica.
Nel 1947 fu nominato primo parroco della chiesa di S.Giuseppe alle Paludi, successivamente ha avuto nuovi compiti presso la Curia Arcivescovile di Napoli e il Tribunale Ecclesiastico Regionale Campano. Nel campo delle attività sociali, assistenziali e caritative ha arrecato il contributo della sua opera di sagace amministratore: per diversi anni è stato Presidente dell’Ospedale Civile “A. Maresca” e del “Ricovero della Provvidenza”.
Nel marzo 1958 il card. Castaldo, Arcivescovo di Napoli, lo chiamò a dirigere la sua segreteria con l’ufficio di uditore. Il 16 giugno 1960, papa Giovanni XXIII lo nominò Vescovo Titolare di Gerasa ed Ausiliare dello stesso Castaldo per la Diocesi di Pozzuoli.
Intesa ed attiva è stata ancora la sua partecipazione ai lavori del Concilio Ecumenico Vaticano II svoltosi fra il 1962 e il 1965. Alla morte del card. Castaldo avvenuta il 3 marzo 1966 fu eletto Vicario Capitolare ed Economo della Diocesi di Pozzuoli, col voto unanime dei canonici della Basilica Cattedrale. Paolo VI lo nominò il 29 agosto 1966 Amministratore Apostolico di Pozzuoli e successivamente, il 21 febbraio 1974, Vescovo Titolare di quella Diocesi.
Il Sorrentino ha ricoperto anche la carica di vicepresidente della Commissione per la Cooperazione tra le Chiese in seno alla Conferenza Episcopale Italiana. È stato inoltre Presidente per l’Emigrazione e il Turismo nella Conferenza Episcopale Campana. A riposo per limiti di età, è morto ottantanovenne il 20 giugno 2006.

Ciro Di Cristo
Guida storico – artistica
di Torre del Greco
Edizione aggiornata al 2008.