Antonio Mennella

Artista, scultore

Il Mennella, nato il 13 giugno 1901, formò la sua fanciullezza e la sua prima adolescenza nella “Scuola d’Incisione d’Arte sul Corallo” torrese, studiò poi all’Accademia di Belle Arti di Napoli, fu insegnante di figura e ornato modellato al liceo artistico del capoluogo.

Ancora, preside dal 1954 al 1959 della stessa scuola d’Incisione torrese, oggi Istituto d’Arte.
Fu artista incisore del cammeo, scultore in bronzo. La sua scultura fu “realistica, imparentata con quella dei secoli aurei del Rinascimento, senza nulla di veristico” (P.Girace); arte che esaltava la figura umana, soprattutto le bambine, lineare, precisa, composta, secondo un misto tra idealismo classico e realismo, con una mente sublime di bellezza e grazia.
Partecipò alle più importanti manifestazioni artistiche regionali e nazionali, che videro le sue opere sempre nei posti di preminenza: nel 1940 e 1942 alla Biennale di Venezia, nel 1943, 1948 e 1952 alla Quadriennale di Roma, nel 1951 alla Mostra Nazionale di Arte Sacra di Assisi, nel 1953 alla Mostra dell’Arte nella Vita del Mezzogiorno in Roma, nel 1956 alla I Rassegna di Arti Figurative in Napoli, nel 1962 alla Mostra Internazionale di Arte Contemporanea di Capri ecc.
Morì ad appena 63 anni, il 19 luglio 1964.

Ciro Di Cristo
Guida storico – artistica
di Torre del Greco
Edizione, aggiornata al 2008