Gaetano De Bottis

Nacque nel 1721.

Sacerdote e storico, il Re Ferdinando IV lo nominò professore di Scienze Naturali degli Studi Generali.
Scrisse “Ragionamento istorico intorno ai nuovi vulcani nel territorio della Torre del greco” (1761), “Ragionamento istorico dell’incendio del Vesuvio accaduto nel mese di Ottobre 1767” (1768), “Istoria dei vari incendi del monte Vesuvio” (1768) , “Ragionamento istorico dell’incendio del Vesuvio nell’anno 1770 e delle varie eruzioni che ha causato” (1776) , “Ragionamento istorico intorno all’eruzione del Vesuvio del 29 Luglio dell’anno 1779” (1779).
Impiantò un mercato pubblico presso l’attuale Via Vittorio Veneto, ed un edificio della dogana.
Fece restaurare la Porta di Capo Torre e le statue della Giustizia e della Prudenza. Restaurò le Cento Fontane pubbliche. Fu iscritto nell’albo degli Uomini Illustri Napoletani.
Morì a Napoli nel Maggio del 1790.